Il Corner dei Monaci

Il Corner dei Monaci

Divings

Vorrei descrivervi il corner situato all’estremo nord dell’isolotto dei Monaci a circa un miglio a est dell’isola di Caprera. Le Forti correnti provenienti da Ovest possono rendere l’immersione impegnativa. Partiamo  con la nostra imbarcazione ormeggiata sul pianoro roccioso sul lato est dell’ isola ,dedichiamo la prima parte dell’immersione alla visita di un motore di un peschereccio, adagiato su un fondale di circa 23 metri, da qui ci dirigiamo verso nord per osservare una parete coralligena ricca di anfratti. Illuminiamo ogni buco per scorgere molteplici forme di vita come nudibranchi ( vacchette di mare [Discodoris atromaculata] e flabelline [Cratena peregrina]), crostacei (aragoste[Palinurus elephas]e magnose[Scillarides elephas]) escorfani rossi (Scorpaena Porcus). Ridossandoci dalle forti correnti illuminiamo e fotografiamo tutta questa fauna, successivamente pinneggiamo verso il pianoro del corner a circa 18 metri di profondità.  La corrente inizia a farsi sentire ma tutti i subacquei rimangono vicino al fondo  spostandosi trovando appigli e ripari fra le rocce…  Entriamo nel regno delle murene (Muraena helena), infatti è possibile osservarne il corpo quasi completamente fuori tana è necessario perfino stare attenti a dove si posa la mano. La loro pinna dorsale sventola come una bandiera, la bocca aperta mostra i denti lunghi e acuminati.
Nuvole di castagnole (Chromis chromis ) si muovono senza senso trascinate dai turbinii delle correnti sopra di noi. Dopo circa 20 metri arriviamo alla parete rocciosa  dell’isolotto ricoperta da Parazoanthus dove dietro alcuni massi fanno capolino giovani esemplari di cernia (Epinephelus  marginatus), la profondità è diminuita infatti ci troviamo circa a 14 metri e alzando lo sguardo ammiriamo l’affasciante gioco di colori creato dai raggi del sole che penetrano nei primi metri d’acqua. Questa è zona di passaggio di pesce pelagico come piccoli branchi di barracuda (Sphyraena sphyrena), dentici (Dentex dentex) o con po’ più di fortuna grandi esemplari di tonni (Thunnus thynnus). Tutti  ben saldi sul fondo, controlliamo la scorta d’aria e avendone a sufficienza circumnavighiamo l’ultimo scoglio dell’ isolotto dei Monaci. Attraversiamo alcuni canali rocciosi  per giungere nel canale che ci porta dall’ altra parte dell’isola, sembra di fare immersione in un fiume, infatti  ci lasciamo trasportare dalla corrente che ora è a nostro favore e ci trascina lungo questo paesaggio. Numerose, le donzelle (Coris jullis e Thalassoma pavo) danzano freneticamente vicino al fondo ma è nei periodi di fine stagione (settembre-ottobre) ci capita di nuotare completamente avvolti da cinquecento o più esemplari di salpe(Sarpa salpa).    In men che non si dica, ci ritroviamo in sosta di sicurezza sul pianoro roccioso dove il nostro gommone era tranquillamente ormeggiato a riparo dalle onde il nostro fantastico mare ci ha regalato un'altra splendida immersione.

Tags
  • immersioni sardegna
  • open water
  • dive sardinia
  • Emerald coast
  • marine life
  • Divings
Seguici
Contatti
Email:

info@proteusdiving.it

Telefono:

+39 327 5305355 / +39 327 5305356

Indirizzo:

Strada dei Pini snc - 07021 Arzachena (SS)

This web site uses technical, analytical and third party cookies. If you continue to use our site you consent to the use of cookies. Read our Cookie Policy to know more and change your settings. Cookie Policy

OK